Informazioni pratiche e consigli utili

 

Bagaglio


Si raccomanda una valigia morbida senza corpi metallici, peso max 17/18 Kg.
I trolley o comunque valigie rigide non sono ammessi a bordo

Itinerario


Potrebbe subire variazione a discrezione dello skipper al momento della partenza, in base al vento e condizioni meteo ed eventuali
restrizioni Covid.

cosa portare


- carica batterie per cellulari a 12 Volt (come quello dell’auto, accendisigari)
- carta di credito, quella con i numeri in rilievo (NO prepagata): viene richiesta per eventuali depositi
cauzionali per barca o auto a noleggio, sistema sanitario o anche semplicemente come documento di
riconoscimento

La quota comprende


- noleggio della barca con skipper professionista e massimo conoscitore dei luoghi,
- sistemazione in cabina doppia,
- lenzuola e asciugamani,
- attrezzatura subacquea (maschera e pinne),
- attrezzatura per la pesca d'altura,
- GPS,
- gommone/tender e fuoribordo

 

La quota non comprende


- "Cambusa" (intesa come acquisto dei generi alimentari e bevande, il gasolio per l'eventuale navigazione a
motore, tasse portuali e diritti doganali, eventuali ormeggi al gavitello o alle marine).
Questa cifra è quantificabile in circa € 100/150 per persona a settimana che verranno versati all'imbarco al
responsabile di bordo.


Vitto skipper ed eventuale hostess: a carico degli ospiti compreso nell’importo cambusa


- voli da/per Italia e da qualunque altro paese per raggiungere la meta di destinazione, transfer da e per
aeroporti e/o marine , escursioni a terra e trasporti sulle isole.

- pulizie finali: quota di € 150 da versare al termine della crociera, solo nel caso che la barca non venga
restituita pulita
(La quota è da dividere tra tutti i membri dell'equipaggio della barca ad esclusione di skipper e hostess)

-Tamponi eventuali  (in periodo di Covid19 in continuo aggiornamento)

-Gavitelli ed ormeggi in marina. 

-Tasse di soggiorno ed ingresso a riserve marittime.

Supplementi opzionali


- Servizio Hostess (su richiesta): € 100 al giorno (quota da dividere tra tutti i membri dell'equipaggio della
barca)
- Supplemento cabina uso singolo : + 80% del costo dell'imbarco individuale

La cauzione verrà formalizzata prima dell'imbarco (con carta di credito tramite un "authorization only", cioè
non verranno prelevati importi dalla carta ma solamente bloccati a scopo cauzionale) e verrà divisa in egual
misura fra gli ospiti che saranno responsabili esclusivamente dei danni provocati da loro stessi alle
attrezzature di sottocoperta e di coperta.

+39 379/2863661 (Italia)
+39 338/4662181 (whatsapp)
+1758 7159221 (Saint Lucia)


Cosa portare

Si sa che in barca a vela gli spazi non sono gli stessi di casa, e allora: niente valigie rigide ma sacche
morbide o zaini facilmente ripiegabili. Consigliabile una cerata leggera per la pioggia. E il guardaroba?
Minimalista. Tanto si sa che la maggior parte di esso alla fine non verrà neppure usato. Per non parlare
delle scarpe... a bordo si cammina perlopiù scalzi, tranne che nelle navigazioni “impegnative”. Scarpe da
barca non sono indispensabili ma se si vuol portarle con suola chiara e buona aderenza... poi le classiche
infradito, ma nessuno si scandalizzerà se la sera, prima di scendere a terra spunterà qualche tacco alto ;-)...
purché indossato una volta a terra. Ci sarà il sole, quindi occhiali da sole e cappellino non possono mancare,
oltre alle indispensabili creme protettive, in abbondanza e a varie gradazioni, Costumi da bagno, tutto il
resto fa parte del “look” di ciascuno, per definizione: irrinunciabile

E’ possibile pescare, fare escursioni con il tender per esplorare qualche caletta oppure scendere a terra per
visitare i luoghi che si incontrano durante la navigazione.
Lenzuola ed asciugamani sono a bordo!!! se vuoi portate un telo da mare leggero e poco ingombrante....

Vita di bordo

Si dorme alla fonda in baie protette o nei porti e marina attrezzati per ospitare le barche da diporto mentre
per la cena si può sempre decidere se cenare in barca oppure in uno dei tipici ristorantini dei porticcioli che
si toccano. La barca a vela non è un autobus. Lo skipper può decidere in ogni momento variazioni al
programma di navigazione in base alle condizioni meteo, allo scopo di garantire sicurezza e comfort ai
partecipanti.

La vacanza in barca a vela è una vacanza in libertà: tappe, soste e itinerario possono variare anche su
richiesta dei partecipanti: dopotutto è una vacanza, non una regata.
Si naviga su barche a vela che offrono spazio e comfort, ma teniamo pur sempre presente che siamo in una
barca a vela e non in albergo. La rinuncia a qualche piccola comodità e un po’ di spirito di adattamento
andranno a vantaggio di uno spirito di equipaggio e di una vacanza sicuramente unica che solo la barca a
vela può dare. Si veleggia nella prima parte della giornata lasciando molto tempo libero per godersi appieno
il piacere di intere giornate di sole e di mare.

E’ una vacanza per tutti: ognuno partecipa alla vita di bordo come meglio crede. I più attivi possono
partecipare alla conduzione della barca mentre i più tranquilli possono rilassarsi leggendo un libro,
prendendo il sole in coperta e scomodandosi solo di tanto in tanto per un bagno. Sicuramente però una
partecipazione più attiva ad un’attività così particolare come la vela rende la vacanza più interessante ed
emozionante.

Utilizzo della corrente elettrica


In barca, la corrente a 220 volts, come quella di casa, è disponibile solo quando si è attraccati in porto e
quando sia presente a bordo un generatore a gasolio; solo in questi casi sarà possibile utilizzare apparati
elettrici che normalmente si attaccano alla presa di casa e che consumano più di 150-200 watts, come per
esempio il phon. Tutto l’impianto elettrico in genere funziona con delle batterie a 12 o 24 volts simili a
quelle della macchina. Le batterie si ricaricano quando ci si ferma in porto e quando si va a motore, il che
significa che bisogna prestare attenzione ai consumi: soprattutto non dimenticare le luci accese! Per
ricaricare i telefonini portate i caricatori da auto, che vanno sulla presa accendisigari. Talvolta può essere
presente un piccolo inverter che fornisce una piccola quantità di corrente a 220 volts anche in assenza di un
generatore, sufficiente per ricaricare batterie di macchine fotografiche, rasoi o computer.